Tweet


ENCICLICA
Nei secoli dell'antichità cristiana, missiva "circolare" indirizzata dalle più alte autorità della gerarchia ecclesiastica ai fedeli. In età moderna e contemporanea si chiamarono così taluni atti papali stesi in forma di lettera, indirizzati ai vescovi del mondo intero o a una parte di essi e, attraverso di loro, alle comunità ecclesiali. In tale senso specifico, si ritiene che la prima enciclica sia stata la Epistola encyclica et commonitoria ad omnes episcopos di Benedetto XIV sui doveri della funzione dei vescovi (3 dicembre 1740), distinta, come è d'abitudine per tutte le encicliche (e per altri documenti pontifici dotati di particolare solennità) con le parole iniziali del testo (nel caso a cui ci riferiamo: Ubi primum). L'emissione di encicliche si intensificò nel XIX secolo, soprattutto a partire da Leone XIII (sua è la famosa Rerum novarum del 1891), e divenne abituale nel corso del Novecento, in quanto mezzo privilegiato nel quadro della crescente alfabetizzazione e sulla scia della diffusione dei mezzi di comunicazione di massa, per favorire coesione disciplinare e uniformità di atteggiamenti nella Chiesa universale, intorno alla rimarcata funzione di guida del papa. Nella prassi l'enciclica non è strumento di definizione dogmatica, formulata nei modi che attribuiscono alle risoluzioni pontificie, nel contesto della disciplina giuridica interna al mondo cattolico, il carattere dell'infallibilità. Il pontefice se ne serve piuttosto per tracciare indicazioni pressanti, chiarire punti della dottrina di cui le circostanze hanno evidenziato il rilievo o formulare giudizi su situazioni e problemi di particolare urgenza, relativi anche alla situazione interna di singoli paesi (si pensi alla critica al nazismo nella Mit brennender Sorge di Pio XI del 1937). Soprattutto là dove è accentuato l'aspetto dottrinale, il suo messaggio è riconosciuto nondimeno dotato di intrinseca autorevolezza, frutto del rispetto dovuto al magistero ordinario del sommo pontefice e della garanzia di autenticità che rivendicano gli atti solenni del suo ruolo di governo.
Tra le pių importanti encicliche degli ultimi anni del Novecento figurano la Mater et magistra (1961) e la Pacem in terris (1963) di Giovanni XXIII, la Humanae vitae (1968) di Paolo VI, la Redemptor hominis (1979), la Sollecitudo rei socialis (1988) e la Centesimus annus (1991) di Giovanni Paolo II.
eXTReMe Tracker